Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for marzo 2009

Un sorriso amaro…

(Link)

Annunci

Read Full Post »

“Cari miei, mi spiace ma non c’è niente da fare: le lingue si devono sapere!”
Altrimenti come farete mai a sopravvivere in un paese straniero?
Beh, forse a far la spesa ancora vi salvate… magari vi accontentate pure di guardar la “Ruota Della Fortuna” senza aver idea di quale sia la frase da indovinare… magari siete anche così impavidi da firmare qualsiasi documento vi mettano sotto il naso, purchè la smettano di blaterarvi in faccia con quella fiatella dal sapore di bacon e fagioli misto caffelatte!
Però trovar qualcuno con cui farsi 4 ghigne… diventa dura se non capisco cosa mi dice…

Beh, questo era quello che pensavo (sbagliandomi di grosso): infatti c’è una cosa all’estero che permette di stringere immediati rapporti e farsi avvicinare da persone completamente sconosciute non appena il tuo accento da pseudo pizzaiolo-campionedelmondo-suonamandolino-pilotadiFerrari si rivela al pubblico… parlo della mafia!
Grazie a lei fredde ed introverse orde di furbacchioni s’interessano di colpo a te per proporti svariate idee per fare un po’ di soldi… e tutto senza che tu abbia chiesto loro nulla!
Questi futuri businessman hanno l’idea giusta e tu, in quanto semplice italiano, la creatività e la capacità giusta per tramutare le loro elucubrazioni in montagne di facili quattrini!
D’altra parte noi tutti viviamo in cittadine dove ci si spara vicendevolmente con la stessa frequenza con cui passa l’autobus delle 7 di mattina… giusto?!?!?
[ogni riferimento a fatti e/o persone è puramente casuale accaduto]

A parte questi luoghi comuni, di cui siamo vittime e/o protagonisti, mi interessava mostrarvi l’ottimo lavoro (per comunicazione, grafica ed in qualche modo ecologia) che il gruppo di Torino Sistema Solare e Libera hanno prodotto e fatto realizzare a Kalimera sotto la regia di Luca Lumaca.
L’argomento è proprio l’azienda numero 1 nel nostro paese…

(Via)

Read Full Post »

Non avrei mai associato le forme ed i colori di questo mobilino alle favelas sudamericane, ma Christian Vivanco afferma che sono state quelle la fonte d’ispirazione per la forma, la struttura ed i diversi materiali.

(Via)

Read Full Post »

Essendo la nostra interprete di lingue in trasferta (credo che sia turco), dopo una difficile interpretazione delle immagini siamo riusciti a comprendere il genio e la follia dietro questo pratico “Raccogli briciole e sfama l’uccellino”.

(Via)

Read Full Post »

Questo post è storico, bisognerebbe salvarlo tra i segnalibri: primo perchè sarà il primo ed ultimo (e sottolineo ultimo) a trattare di un progetto di restauro, secondo, perchè sarà il primo ed ultimo (e qui dico: ceeeerto!) a parlare di Berlino!! Le cose da fare sono due: maledirsi per non esser stati a Berlino la settimana scorsa per accedere alle sale fresche di restauro e completamente vuote durante l’apertura straordinaria, e prenotare un volo su eDreams Milano-Berlino ad Ottobre quando sarà completato l’allestimento e ci sarà l’apertura definitiva. Insomma l’ennesima scusa per tornare a Berlino… fatevi la raccolta fotografica pubblicata da “The New York Times”.

(Via)

Read Full Post »

Nothing agency

Dlin-Dlon … “ANNUNCIO per il duo Alrik Koudenburg & Joost Van Bleiswijk: siete pregati di venir a recapitare un pacco bomba nell’ultima stanza dell’interno2 e rifarla da cima a fondo!

Vogliam parlare del magnifico lavoro?
C’è chi, a tal proposito, direbbe: “Ehi bello, guarda questi super studio… 100% assicurato da paura“!

Intrigante anche questo spazio scenografico dove il cartone la fa’ da padrone… quest’ultimo realizzato, però, per una mostra e non per esser vissuto quotidianamente:

(Via)
(Link)

Read Full Post »